LOCALIZZAZIONE CONSORTILE DI CAVALLINO - LIZZANELLO - S.DONATO DI LECCE

L'impianto di depurazione dei liquami urbani di Lizzanello, impianto consortile posto a servizio degli abitanti di Lizzanello, Cavallino e San Donato di Lecce, e' situato nel Comune di Cavallino, in un area compresa tra la Strada Provinciale Cavallino - Caprarica - Martano e la Strada Statale SS 16.

La superficie complessiva dell'area occupata, costituita da una zona di rispetto di 100 m intorno all'impianto e dal sedime del depuratore e' pari a 79.532 metri quadri, mentre l'area del solo depuratore e' di 8.400 metri quadri (120 m di lunghezza per 70 m di larghezza). L'area di rispetto e' alberata con essenze a foglia non caduca (2966 alberi) tali da costituire a regime un adeguata protezione contro la diffusione nell'ambiente limitrofo di maleodoranze.

La superficie dell'impianto, delle dimensioni di 120m X 70m - Sup. 8.400 metri quadri, e' cosi' suddivisa:

Il depuratore e' circondato da una fascia di rispetto di 100 m, alberata con 2.966 alberi a foglia non caduca (pini, casuarina, falso, pepe, querce, cipressi), di 71.132 metri quadri.

Attualmente l'impianto e' stato completato e si prevede che possa entrare in esercizio entro il 2000 una volta realizzate le opere di scarico finale.

 

SCHEMA A BLOCCHI DI FUNZIONAMENTO IMPIANTO

L'impianto consortile di Cavallino (LE) e' dotato di :

1. pretrattamenti (grigliatura - dissabbiatura - equalizzazione).

2. trattamenti primari (sedimentazione primaria attrezzata con chiariflocculazione).

3. trattamento secondario (predenitrificazione ossidazione + nitrificazione sedimentazione finale).

4. trattamento terziario (filtrazione disinfezione con U.V.)

5. trattamento fanghi (digestione aerobica postispessimento –disidratazione meccanica) letti di essiccamento di emergenza).

DESCRIZIONE DEL CICLO DEPURATIVO

Il ciclo di depurazione è suddiviso in LINEA ACQUE e LINEA FANGHI.

LINEA ACQUE

1 Stazione di grigliatura manuale ed automatica G2 , con sistema di compattazione e lavaggio del materiale grigliato per il suo avvio in discarica controllata - portata max 500 m3/h.

2 Stazione di dissabbiatura DE , costituita da n. 1 dissabbiatore a immissione tangenziale del liquame, del diametro netto interno da 2,5 m, attrezzato con agitatore centrale lento e con sollevatore ad aria per il trasferimento delle sabbie nel sistema di lavaggio ed estrazione dei suddetti rifiuti per il loro avvio in discarica controllata. portata max > di 500 m3/h. Sabbie sino 0,25 mm.

3 Misura della portata influente, effettuata nel canale di arrivo con strumento misuratore di livello e di velocita'.

4 Stazione di equalizzazione L1, costituita da una vasca in c.a. per l'accumulo e la miscelazione iniziale dei liquami provenienti dalla pubblica fognatura e di quelli trasportati all'impianto con autobotte da zone prive di reti per acque nere , attrezzata con n. 3 agitatori di fondo da 4,1 kW, della S = 400 m2 - V = 1.100 m3.

5 Stazione di sedimentazione primaria SC/1-2, costituita da n. 2 vasche circolari da 12 m di dim. ( ciascuna di Sup. 113 m2 - Volume = 283 m3 ), ciascuna attrezzata con carroponte radiale per essere usata in emergenza come chiariflocculatore con uso di flocculanti come il cloruro ferrico o il poliidrossicloruro di alluminio.

6 Stazione di denitrificazione DN/1-2 , costituita da n. 2 sezioni, ciascuna della Sup. 50 m2 - V = 212 m3, ciascuna dotata di mixer sommerso da 2,2 kW.

7 Stazione di ossidazione - nitrificazione O1/1-2, costituita da n. 2 vasche, ciascuna della S = 195 m2 e del V = 829 m3, a biomassa sospesa, attrezzate con sistemi di aerazione a microbolle don diffusori sommersi con membrana antintasamento ( n. 486 diff. x 2)-DO = 163 kg O2/h in cod. standard.

8 Stazione di sedimentazione secondaria , costituita da n. 2 vasche circolari da 14 m di diametro interno , ciascuna della Sup. = 153 m2 e del V = 383 m3, attrezzate con carroponte radiale e sistema COANDA™ di introduzione del carico idraulico.

9 Stazione di filtrazione F5, costituita da un filtro a tamburo -D = 1,65 m – L = 2,00 m - per microstacciatura dei liquami dopo la sed. secondaria con eliminazione della gran parte dei solidi sospesi di diametro fino a 50 micron ( efficienza min. 85 %).

10 Stazione di disinfezione V1 , costituita da una sezione di abbattimento della carica batterica ( potere battericida ) con impianto a raggi U.V., costituita da n. 24 di lampade ad alto potere battericida - I = 100 microW/cm2 sec - , istallate all'interno della vasca di contatto V1 - S = 71,1 m2 - V = 108,77 m3.

11 Pozzetto di misura della portata effluente, costituto da un misuratore di portata elettromagnetico.

LINEA FANGHI

1 Stazione di stabilizzazione aerobica dei fanghi misti ( primari + secondari + surnatanti) D7/1-2 , costituita da n. 2 vasche , ciascuna della Sup. di 220 m2 e del Vol. di 946 m3 ,attrezzate con sistemi di aerazione a microbolle don diffusori sommersi con membrana antintasamento ( n. 336 diff. x 2) – DO = 113 kg O2/h in cod. standard.

2 Stazione di ispessimento dei fanghi gia' stabilizzati I2 , costituita da n. 1 bacino circolare del diametro di 6 m, in cui avviene l'ispessimento ulteriore del fango digerito prima del suo avvio alla disidratazione - Sup. = 29 m2 , Vol. = 102 m3.

3 Stazione di disidratazione meccanica DC, in cui sono istallate n. 2 centrifughe orizzontali , per la disidratazione meccanica dei fanghi - Q = 10 m3/h di fango P = 15 kW. Il prodotto disidratato viene accumulato in un cassone scarrabile o nei letti di essiccamento , in modo da poter essere avviato successivamente al suo destino finale ( in agricoltura come ammendante, o in discarica controllata di 1° cat..

4 Stazione di disidratazione naturale E2/1-2-3-4-5 , costituita da n.

5 letti di emergenza , ciascuno della Sup. di 25 m2.

 

contatti depurazioni costruzioni profilo aziendale home